Quanto prenderò di pensione

L’Enpam è uno dei pionieri della busta arancione in Italia. Oggi all’iscritto che vuole conoscere l’importo della pensione futura basta entrare nella propria area riservata e cliccare sul link “Ipotesi di pensione”.

Nella pagina che si aprirà compariranno diversi prospetti, in base alle gestioni a cui si versano contributi.

Per tutti è disponibile l’ipotesi di pensione di Quota A, sia a 65 anni sia all’età di vecchiaia, basata su dati reali.

La Quota A è infatti un contributo fisso, quindi la previsione ha pochi margini di incertezza.

Diverso il caso dei liberi professionisti che pagano la Quota B: se i contributi versati finora sono un dato certo, i redditi futuri dipenderanno dall’andamento di ogni carriera. Per questo motivo il prospetto offre tre ipotesi: in un caso viene proiettato nel futuro il reddito medio dell’intera vita contributiva, in un altro viene preso in considerazione il reddito medio dell’ultimo triennio, mentre nell’ultimo si ipotizza che fino al pensionamento il reddito sarà quello dell’ultimo anno disponibile. Ciascuno dovrà valutare qual è l’ipotesi più verosimile.

Funziona in modo analogo la busta arancione per gli iscritti alla gestione dei medici di medicina generale. Nel loro caso le tre ipotesi offerte proiettano la media dei redditi dell’intera vita contributiva, la media degli ultimi cinque anni e la media dell’ultimo anno.

Il servizio di busta arancione è in continua espansione. Da alcuni mesi le ipotesi di pensione sono disponibili anche per gli oltre 2mila ex convenzionati della medicina dei servizi che sono transitati a un rapporto di dipendenza. Dal punto di vista previdenziale sono inquadrati nella gestione degli specialisti ambulatoriali che offre loro un prospetto simile a quello dei medici di medicina generale.

In futuro è previsto un ampliamento anche agli specialisti ambulatoriali convenzionati: per loro il calcolo è un po’ più complesso poiché occorre tenere conto non solo dei redditi percepiti ma anche delle medie orarie. Informazioni, queste ultime, che devono essere ricostruite individualmente.

In tutti i casi, carte alla mano è comunque possibile ottenere un’ipotesi nell’ambito di un incontro diretto o di una video-consulenza a distanza. Dove non arriva il computer, può il consulente Enpam.

Redazione

Come fare per
Ipotesi di pensione  

data pubblicazione : 27/02/2019