Esistono vari modi per conoscere la propria rendita futura e quando si potrà andare in pensione.

Il più semplice e immediato è il servizio di busta arancione direttamente dall’area riservata del sito Enpam. Chi non è ancora registrato può iscriversi seguendo le istruzioni qui.

È anche possibile farsi fare un’ipotesi di pensione direttamente dai consulenti Enpam.

Il servizio si può consultare dalla propria area riservata. È possibile fare simulazioni di calcolo per:

  • il Fondo di previdenza generale – Quota A, per cui si può conoscere l’importo della pensione di vecchiaia e quello del pensionamento anticipato a 65 anni;
  • il Fondo della libera professione – Quota B;
  • i periodi contributivi maturati per l’attività svolta in convenzione con il Servizio sanitario nazionale come medici di medicina generalepediatri di libera scelta, addetti alla continuità assistenziale e all’emergenza territoriale, oppure come dipendenti con contribuzione sulla gestione dei Medici di medicina generale dell’Enpam (cosiddetti ʻtransitati alla dipendenzaʼ).

Per la Quota B e il Fondo della medicina convenzionata e accreditata, il simulatore permette di visualizzare tre diverse ipotesi. La prima è calcolata sulla media dei redditi percepiti fino ad oggi. La seconda si basa sulla media contributiva degli ultimi tre o cinque anni. Nella terza ipotesi si prevede di continuare ad avere, da adesso all’età pensionabile, il reddito dell’ultimo anno.

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta possono anche visualizzare, per ciascuna delle ipotesi, quali potrebbero essere gli importi futuri nel caso scegliessero di ricevere una parte in capitale e una parte in rendita pensionistica (il cosiddetto “trattamento misto”).

Nella busta arancione non sono ancora comprese le quote di pensione per attività svolta come specialista ambulatoriale convenzionato (per cui è  necessaria la trasmissione di dati da parte delle Asl) o come specialista esterno. In questi casi è necessario fare una richiesta scritta agli uffici.

È possibile farsi fare un’ipotesi di pensione direttamente dai consulenti Enpam presso:

  • la sede dell’Enpam a Roma, Ufficio accoglienza e relazioni con il pubblico
    Piazza Vittorio Emanuele II, n. 78 – Roma
    orari: dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 13,00.
  • le postazioni Enpam allestite in occasione di convegni e incontri organizzati dagli Ordini o dai sindacati di categoria. Per il calendario dei prossimi eventi clicca qui;
  • la sede del proprio Ordine territoriale in collegamento audio-video con gli uffici dell’Enpam. Per il calendario delle videoconsulenze clicca qui. Se si desidera prenotarsi per una sessione di videoconsulenza è necessario contattare il proprio Ordine e verificare che abbia aderito a questo servizio.

In tutti questi casi non possono essere considerate le quote di pensione per attività svolta come specialista ambulatoriale convenzionato o come specialista esterno, per cui sono necessari tempi più lunghi non compatibili con una consulenza di persona. In questi casi è necessario fare una richiesta scritta agli uffici.

È anche possibile chiedere un’ipotesi di pensione agli uffici:

  • compilando un modulo specifico (solo per le ipotesi di pensione sul Fondo della medicina convenzionata e accreditata; gli specialisti ambulatoriali devono allegare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà);
  • scrivendo un fax al numero 06 4829 4715 (per le gestioni di Quota A e Quota B)

#Contatti

SAT – Servizio Accoglienza Telefonica
tel. 06 4829 4829 – fax 06 4829 4444 – email info.iscritti@enpam.it
(nei fax e nelle email indicare sempre i recapiti telefonici)
orari: dal lunedì al giovedì ore 9,00-13,00 e dalle 14.30 alle 17.00
venerdì ore 9,00-13,00

Per incontrare di persona i funzionari:
Piazza Vittorio Emanuele II, n. 78 – Roma
orari: dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 13,00.

Ordini provinciali dei medici e degli odontoiatri
Consultare l’elenco degli Ordini presenti sul territorio in questa sezione