SALUTE: SIGO, CRISI COLPISCE ANCHE CULLE, SERVONO MISURE A SOSTEGNO MATERNITA’. DATI ISTAT INDICANO NASCITE AL MINIMO STORICO NEL 2013

(Adnkronos Salute) – “La crisi si sente anche in questo campo”. A commentare così i dati Istat che indicano un minimo storico per le nascite nel 2013, con 515.000 bebè, ben 12.000 in meno rispetto al ’95, è Paolo Scollo, presidente nazionale Sigo (società italiana ginecologia e ostetricia), a margine del congresso della Società di contraccezione e salute riproduttiva in corso a Lisbona.

“In questo momento di crisi è difficile per le famiglie andare avanti con un solo reddito, come invece si faceva 20 anni fa, e molte donne oggi lavorano per necessità. Il timore di perdere un impiego porta a rinviare il più possibile il momento della gravidanza. Così i figli si fanno sempre meno e sempre più tardi – riflette Scollo –

Quando poi sembra arrivato il momento adatto, l’età è avanzata e la fertilità ridotta. E ormai il trend sembra aver ‘contagiato’ anche le immigrate”. Secondo l’esperto Sigo, “il dato Istat mostra come sia opportuno offrire misure a sostegno della maternità e della famiglia.
Ce n’è davvero bisogno”.
(Mal/Adnkronos Salute) 28-MAG-14 13:13