Vademecum della Previdenza ENPAM

Fondo di Previdenza Generale – Contributi

Contributi proporzionali “Quota B”

(Art. 3; Art. 4; Art. 6, comma 2; Art. 8, comma 2)

Requisiti

Iscrizione all’Albo professionale.

Reddito libero professionale netto, prodotto nell’anno 2016, superiore a:

  • € 5.002,71 annui per gli iscritti attivi di età inferiore a 40 anni, ovvero ammessi al contributo ridotto alla “Quota A”, che sono tenuti a versare il contributo “Quota A” per l’intera annualità;
  • € 9.239,10 annui per gli iscritti attivi di età superiore a 40 anni che sono tenuti a versare il contributo “Quota A” per l’intera annualità.

Ammontare del contributo

Contributi dovuti nell’anno 2017 sui redditi prodotti nell’anno 2016 (Tabella A allegata al Regolamento del Fondo):

  • 15,50% del reddito professionale netto, con esclusione delle voci connesse ad altra forma di previdenza obbligatoria, sino all’importo di € 100.324,00;
  • 1% sul reddito eccedente tale limite, di cui solo lo 0,50% pensionabile.

I pensionati del Fondo Generale, se percepiscono compensi libero-professionali, sono tenuti a versare il contributo nella misura del 50% della contribuzione ordinaria pro tempore vigente, indicata nella suddetta Tabella A (7,75% per il 2017), salva espressa opzione per il pagamento nella misura intera. L’aliquota dell’1% rimane invariata.

Gli iscritti che contribuiscono – in base ad un rapporto stabile e continuativo – anche ad altre forme di previdenza obbligatoria, compresi il Fondo Speciale E.N.P.A.M., ovvero siano già titolari di pensione (esclusa quella del Fondo Generale) o siano tirocinanti del corso di formazione in Medicina Generale, possono presentare istanza per essere ammessi alla contribuzione ridotta:

  • 7,75% sino ad € 100.324,00;
  • 2% sino ad € 100.324,00 per i titolari di redditi intramoenia e per i partecipanti al corso di formazione in medicina generale;
  • 1% sul reddito eccedente tale limite, di cui solo lo 0,50% pensionabile.

Modalità di versamento

L’importo del contributo è calcolato dall’E.N.P.A.M. sulla base dei dati indicati nel Modello D, che deve essere inviato alla Fondazione attraverso l’Area Riservata agli iscritti del sito www.enpam.it entro il 31 luglio 2017.

Il contributo deve essere versato mediante bollettino MAV precompilato, inviato dalla Banca Popolare di Sondrio, cassiere dell’Ente, a tutti gli iscritti tenuti al versamento e pagabile presso qualsiasi Istituto di Credito o Ufficio Postale, entro il 31 ottobre 2017.

È anche prevista la possibilità di effettuare il pagamento mediante addebito diretto su conto corrente. In tal caso l’iscritto può optare per una delle seguenti forme di versamento:

  • unica soluzione (31 ottobre 2017);
  • due rate (31 ottobre e 31 dicembre 2017);
  • cinque rate (31 ottobre, 31 dicembre 2017, 28 febbraio, 30 aprile e 30 giugno 2018).

Qualora la scadenza della rata dell’addebito diretto (SDD) del 31 dicembre coincidesse con un giorno festivo, gli importi verranno prelevati il giorno precedente per garantire la deducibilità fiscale delle somme corrisposte.

Le rate versate nell’anno successivo a quello in cui è dovuto il contributo sono maggiorate degli interessi legali.

L’opzione di addebito diretto si estende automaticamente anche al versamento del contributo di Quota A.

Note

I contributi proporzionali al reddito sono interamente deducibili dall’imponibile IRPEF.

L’istanza di ammissione alla contribuzione ridotta deve essere formalizzata entro il 31 luglio 2017, altrimenti si intende riferita ai redditi denunciati per l’annualità immediatamente successiva.

L’iscritto che contribuisce in misura ridotta può chiedere, entro il suddetto termine, di versare il contributo in misura intera. L’opzione è irrevocabile.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »