Vademecum della Previdenza ENPAM

Fondo di Previdenza Generale – Prestazioni

Integrazione al trattamento minimo INPS

(L. 29 dicembre 1988, n. 544)

Requisiti

Pensione E.N.P.A.M. lorda inferiore al trattamento minimo INPS, pari, per l’anno 2017, ad € 543,71 per 12 mensilità

Al fine della verifica del non superamento di tale limite viene calcolata anche la quota virtuale di pensione corrispondente alle indennità in capitale già percepite a carico delle gestioni del Fondo Speciale.

Se il pensionato non è coniugato: altri redditi lordi del pensionato inferiori a due volte l’importo annuo della pensione minima Inps.

Se il pensionato è coniugato: altri redditi lordi del pensionato cumulati con quelli del coniuge inferiori a quattro volte l’importo annuo della pensione minima Inps.

Alle pensioni liquidate con il sistema di calcolo contributivo non si applicano le disposizioni in materia di integrazione al trattamento minimo .

Decorrenza

Dal mese successivo a quello della domanda.

Determinazione della Prestazione

L’integrazione è pari, di norma, alla differenza fra il minimo INPS e la pensione erogata dall’E.N.P.A.M..

Note

L’integrazione, in presenza dei requisiti prescritti, compete, pro quota, anche ai superstiti.

Sono esclusi dal computo del reddito:

  • i redditi esenti IRPEF;
  • il reddito della casa di abitazione;
  • l’importo della pensione da integrare.
Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »