Regolamento del Fondo della Medicina Convenzionata e Accreditata

ART. 48
(Modalità di calcolo)

1. Per gli iscritti alla gestione degli specialisti esterni, il trattamento per inabilità assoluta e permanente è costituito da una pensione calcolata con le modalità di cui al precedente Capo II, Sezione IV. Con riferimento alla seconda quota di pensione relativa agli anni di contribuzione effettiva riscattata e ricongiunta maturati dall’1.1.2013, di cui all’art. 37, comma 1, lett. b), il montante contributivo, posseduto all’atto dell’ammissione al trattamento, viene incrementato, nel limite di un’anzianità contributiva complessiva massima di 40 anni, di un’ulteriore quota di contribuzione riferita al periodo mancante al raggiungimento del requisito anagrafico pro tempore vigente di cui alla allegata Tabella A, fino ad un massimo di 10 anni, computata in relazione alla media dei contributi degli ultimi 5 anni, rivalutati in misura corrispondente alla variazione, tra l’anno solare di riferimento e quello precedente la decorrenza della pensione, dell’indice annuo dei prezzi al consumo per le famiglie di impiegati ed operai elaborato dall’ISTAT. Ai predetti contributi rivalutati si applica, altresì, un aumento di un punto percentuale per ogni anno solare preso in considerazione. Il montante contributivo così determinato si moltiplica per il coefficiente di trasformazione relativo all’età. Qualora all’atto della cessazione del rapporto professionale l’età dell’iscritto sia inferiore a 57 anni, si assume quale coefficiente di trasformazione quello relativo a 57 anni.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »