Quant’è sicura la tua pensione

Il bilancio consuntivo, appena approvato, conferma la solidità dei conti dell’Enpam. Un dato su tutti: nel 2017 l’ente di previdenza dei medici e dei dentisti ha incrementato ancora la riserva legale portandola fino a circa 20 miliardi di euro.

Il dato garantisce i pensionati attuali e futuri perché sta ad indicare che l’Enpam ha un patrimonio sufficiente a pagare gli assegni anche nel caso in cui dovessero verificarsi crisi o eventi inattesi.

In ogni caso lo scorso anno i numeri si sono rivelati migliori rispetto a quelli che gli attuari avevano prospettato nel bilancio tecnico dell’Ente.

“Il bilancio 2017 certifica che Enpam è in vantaggio sulla tabella di marcia della sostenibilità a 50 anni fissata dal bilancio tecnico – dice il presidente Alberto Oliveti – con una riserva pari a 13 volte l’ammontare delle pensioni pagate nell’anno.

Restiamo molto attenti alla questione centrale del rimpiazzo professionale e non abbassiamo la guardia nel monitorare un cambiamento che ci riguarda sia per l’aspetto demografico sia per quello tecnologico.

Per il futuro l’impegno è di costruire una nuova sicurezza sociale per la categoria e i giovani iscritti e, grazie a un patrimonio che a valore di mercato supera i 20 miliardi di euro, alimentare investimenti circolari capaci cioè di creare valore professionale per tutti i medici e gli odontoiatri”.

Gli iscritti Enpam sono saliti a 363.670, cifra che comprende anche i 2.004 studenti delle Facoltà di Medicina e Odontoiatria dal V anno di corso. Il numero di medici e di odontoiatri attivi registra quindi una flessione rispetto alle 362.391 unità dello scorso anno.

Aumentano i pensionati, a conferma del movimento massiccio verso la pensione previsto dai bilanci tecnici: nel 2017 sono arrivati a 111.770 unità, con un incremento del 5,72 per cento rispetto ai 105.721 del 2016.

 

Guarda le slide

 

Leggi anche:
Bilancio 2017 approvato, 1,16 miliardi di utile

data pubblicazione : 02/05/2018