I libri della settimana – newsletter n. 40-2019

RACCONTI di Marcello Paci

In questo volume affiora, con naturalezza, oltre mezzo secolo di storia, non solo sanitaria, italiana.

Ciò attraverso le memorie esistenziali e professionali dell’Autore, chirurgo ospedaliero folignate, classe ’47, insegnante dal 2003 alla scuola di Chirurgia della Sapienza.

Ai ricordi personali si alternano alcune stimolanti riflessioni sulla preponderanza odierna della tecnologia in àmbito medico e chirurgico, sulla tendenza alla specializzazione esasperata, sull’osservanza delle “linee guida”, sui contenziosi medico-legali, sulla “razionalizzazione”, ovvero sullo smantellamento, dei presidi sanitari nei piccoli centri.

Argomenti che certo interesseranno colleghi e pazienti.

Aracne Editrice, Canterano (Roma), 2019, pp. 316, euro 15,00

 

FRASARIO DELLE MORTI CELEBRI (E MENO CELEBRI) di Francesco Aragona

Non tutti hanno il tempo di scegliere oculatamente quale ricordo lasciare di sé.

Tuttavia, la morte è un’occasione troppo importante per lasciarla al caso o all’improvvisazione, sottolinea nell’introduzione del suo volume l’Autore, urologo cosentino nato nel 1950.

Ed è bene prepararsi in anticipo, traendo ispirazione da precedenti illustri, suggerisce con altrettanta e apprezzabile ironia.

Accoglie così in quest’antologia, ricca di aneddoti e curiosità, oltre seicento frasi, pronunciate da personaggi storici o persone sconosciute prima di abbandonare la ribalta terrena.

Eccone alcune.

‘Non le darò alcun problema. Ho il collo sottile’: Anna Bolena rivolgendosi al boia prima di essere decapitata.

‘Arrivederci. Se mai ci rivedremo’: lo scrittore Mark Twain, nel momento del trapasso, alla figlia Clara.

‘Mi sono depressa così tanto al pensiero della mia morte che ho deciso di suicidarmi’: scritto nel biglietto scritto da Sara Kane, drammaturga inglese, prima di impiccarsi.

Prospero Editore, Novate Milanese (Milano) 2019, pp.274, euro 15,00

data pubblicazione : 13/11/2019