Libera professione, Enpam e Inps fanno chiarezza

È uscita la circolare condivisa Enpam-Inps che chiarisce definitivamente come applicare il prelievo contributivo per alcune attività svolte dai Dirigenti medici dipendenti pubblici (iscritti ex Gestione Inpdap). Per la prima volta gli uffici che gestiscono il personale delle Aziende sanitarie, delle Aziende Ospedaliere, dei Policlinici Universitari e degli Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico hanno un documento unico e istruzioni chiare.

Circolare Enpam – Inps 2012

 

In sintesi i contributi vanno pagati

 

all’Enpam per:

 

  • attività libero professionale intramuraria o assimilata (es: intramoenia allargata; attività svolta all’interno della struttura per consentire la riduzione delle liste d’attesa; prestazioni aggiuntive eccezionali e temporanee richieste dall’Azienda per tamponare carenze d’organico; guardia notturna oltre gli obiettivi prestazionali dell’Azienda)

 

  • attività non istituzionali, che non rientrano nella libera professione intramoenia, svolte persoggetti diversi dallo Stato (es. partecipazione in qualità di docente ai corsi di formazione, diplomi universitari e scuole di specializzazione; collaborazione a riviste scientifiche e professionali; relazioni a convegni; partecipazioni a comitati scientifici)
all’Inps per:

 

  • attività non istituzionali, che non rientrano nella libera professione intramoenia, pagate da un’Amministrazione dello Stato anche diversa da quella di appartenenza

 

  • indennità destinate alla perequazione

 

 

 

 

 

data pubblicazione : 05/06/2012