Vademecum della Previdenza ENPAM

Regolamento Enpam a tutela della genitorialità

Indennità di aborto

Requisiti

Aborto spontaneo o terapeutico verificatosi non prima del 3° mese di gravidanza, relativo a Sanitarie libero professioniste. Domanda da presentarsi entro 180 gg. dalla data dell’aborto stesso.

Decorrenza

L’indennità viene erogata per una sola mensilità.

Determinazione della Prestazione

È pari all’80% di una mensilità del solo reddito professionale percepito e denunciato ai fini fiscali ed imponibile presso l’Enpam nel secondo anno precedente a quello dell’evento.

Note

La copertura dell’onere per l’indennità è assicurata da un contributo annuo a carico di tutti gli iscritti al Fondo Generale, pari ad € 44,00 annui per l’anno 2019.

L’indennità di maternità è corrisposta a prescindere dall’effettiva astensione dall’attività lavorativa a seguito di apposita istanza presentata dall’iscritto.

L’indennità dal terzo al sesto mese viene erogata per una sola mensilità. In caso di aborto dopo il 6° mese di gravidanza, all’iscritta spetta l’intera indennità prevista per i casi di maternità, adozione e affidamento a scopo di adozione.

L’indennità non è corrisposta qualora sussista analogo diritto presso altre gestioni previdenziali obbligatorie ovvero l’iscritta abbia diritto a percepire, in forza di leggi o contratti, trattamenti economici per i medesimi eventi tutelati dall’Enpam. L’indennità non è altresì cumulabile con eventuali trattamenti economici spettanti all’iscritta ad altro titolo: indennità economica per la malattia e per TBC, per l’indennità di disoccupazione ecc.

L’Ente assicura comunque un indennizzo integrativo fino al raggiungimento delle cinque mensilità e a garanzia dell’importo minimo di cui sopra.

Per le iscritte con rapporto di lavoro part-time l’Ente integra la prestazione sino alla concorrenza della suddetta misura minima.

È prevista la facoltà di versare una contribuzione volontaria per i periodi scoperti da contribuzione a causa dell’interruzione dell’attività. Il contributo è accreditato sulla “Quota B” ed è utile ai fini del diritto e della misura della pensione.

Le partecipanti ai corsi di formazione specialistica hanno diritto all’indennizzo integrativo dell’Ente per il periodo non incluso nelle mensilità retribuite e comunque non oltre il raggiungimento delle cinque mensilità.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »