Vademecum della Previdenza ENPAM

Fondi di previdenza ENPAM

Totalizzazione

(D. Lgs. 2 febbraio 2006 n. 42)

Definizione dell’istituto

La totalizzazione è un istituto a titolo gratuito che permette ai lavoratori iscritti a due o più gestioni pensionistiche, che non raggiungono il diritto alla pensione in nessuna di esse, di “unificare” tutti i periodi non coincidenti maturati presso le diverse gestioni ai fini del conseguimento di un’unica pensione.

Tipologia di prestazioni

Attraverso la totalizzazione è possibile conseguire: la pensione di vecchiaia, la pensione anticipata, la pensione di inabilità e la pensione indiretta.

Requisiti

La totalizzazione può essere richiesta da tutti i lavoratori dipendenti e autonomi, dagli iscritti alla gestione separata (di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335) e dai liberi professionisti.

L’accesso alla totalizzazione è consentito ai richiedenti che non siano già titolari di trattamento pensionistico presso una delle gestioni coinvolte e che non abbiano già richiesto e accettato la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai sensi della legge 7 febbraio 1979, n. 29 e 5 marzo 1990, n. 45.

La pensione di vecchiaia è erogata al raggiungimento dei 66 anni di età (requisito per il 2019) unitamente al possesso di almeno 20 anni di anzianità contributiva. È necessario attendere l’apertura di una finestra mobile di 18 mesi.

La pensione anticipata viene erogata con 41 anni di anzianità contributiva (requisito per il 2019), indipendentemente dall’età anagrafica. È necessario attendere l’apertura di una finestra mobile di 21 mesi.

Per la pensione di inabilità il lavoratore deve avere i requisiti di assicurazione e contribuzione richiesti dalla forma pensionistica nella quale risulta iscritto al momento del verificarsi dell’evento invalidante.

La facoltà di totalizzazione può essere esercitata dai superstiti del lavoratore deceduto prima del compimento dell’età pensionabile per la liquidazione di una pensione indiretta.

Modalità di calcolo

La pensione in regime di totalizzazione viene determinata interamente con il metodo contributivo.

Se al momento del pensionamento il lavoratore ha maturato un diritto autonomo a pensione in una delle gestioni coinvolte, il lavoratore mantiene il sistema di calcolo della prestazione vigente nella gestione interessata.

Note

La domanda di totalizzazione deve essere presentata all’Ente pensionistico di ultima iscrizione con l’indicazione delle gestioni interessate. Il pagamento è effettuato dall’Inps.

La totalizzazione deve riguardare tutti e per intero i periodi assicurativi presenti nelle gestioni in cui l’assicurato è stato iscritto. Non può darsi luogo ad una totalizzazione parziale.

È possibile totalizzare qualsiasi periodo contributivo, anche inferiore a tre anni, presente nelle gestioni interessate.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »