Vademecum della Previdenza ENPAM

Fondi di previdenza ENPAM

Ricongiunzione

(Art. 11 e ss. Fondo di previdenza Generale e Legge n. 45/1990)

Definizione dell’istituto

La ricongiunzione è un istituto a titolo oneroso che permette di unificare i periodi di lavoro ed i relativi contributi versati presso diversi Istituti previdenziali. I contributi vengono trasferiti presso un solo Ente ai fini dell’ottenimento di un’unica pensione.

La ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti è regolata dalla Legge 5 marzo 1990, n. 45.

La ricongiunzione può essere effettuata anche trasferendo una posizione contributiva da una o più gestioni del Fondo Speciale al Fondo di Previdenza Generale, o viceversa.

Requisiti

Può chiedere la ricongiunzione all’Enpam l’iscritto che alla data di presentazione della domanda:

  • risulti iscritto presso una gestione previdenziale dell’Ente (per i liberi professionisti iscritti alla “Quota B” la ricongiunzione opera esclusivamente sulla “Quota A”).
  • non abbia rinunciato a una precedente ricongiunzione da meno di dieci anni.
  • non abbia presentato domanda di pensione ordinaria o di inabilità permanente.

Modalità di ricongiunzione

Le gestioni interessate trasferiscono a quella in cui opera la ricongiunzione l’ammontare dei contributi di loro pertinenza maggiorati dell’interesse composto al tasso annuo del 4,50%.

Determinazione dell’onere

Per determinare l’eventuale costo della ricongiunzione si deve determinare la riserva matematica necessaria per la copertura della contribuzione da ricongiungere.

La riserva matematica si calcola moltiplicando il valore della maggior quota di pensione conseguibile con la ricongiunzione per il coefficiente di capitalizzazione relativo al sesso, all’età ed alla anzianità contributiva dell’iscritto al momento della domanda.

La gestione presso la quale si effettua la ricongiunzione delle posizioni assicurative pone a carico del richiedente la somma risultante dalla differenza tra la riserva matematica, per la copertura assicurativa relativa al periodo utile considerato, e le somme versate dalla gestione o dalle gestioni assicurative.

Nelle gestioni con sistema di calcolo contributivo la ricongiunzione dei periodi assicurativi, a partire dall’1.1.2013, non comporta oneri a carico del richiedente e si perfeziona con il trasferimento del montante contributivo da parte delle gestioni previdenziali interessate. I periodi ricongiunti sono computati nella quota contributiva di pensione.

Note

Il mancato versamento dell’onere della ricongiunzione, in tutto o almeno per la parte corrispondente alle prime tre rate, entro sessanta giorni dalla ricezione della comunicazione da parte dell’Ente, comporta rinuncia alla ricongiunzione.

In caso di versamento parziale dell’onere, qualora il pagamento della somma residua non sia effettuato, previa comunicazione all’interessato, il procedimento di ricongiunzione si interrompe e si procede alla restituzione delle somme già versate al netto degli interessi.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »