Vademecum della Previdenza ENPAM

Fondo della medicina convenzionata ed accreditata – Contributi

Gestione degli specialisti ambulatoriali, addetti alla medicina dei servizi e transitati alla dipendenza

Requisiti

Rapporto professionale con il Servizio Sanitario Nazionale (o altri Istituti) in qualità di medici ed odontoiatri, operanti negli ambulatori degli Istituti medesimi, ovvero nell’ambito della medicina dei servizi.

Ammontare del contributo

Fino al 31.12.2014  l’ammontare della contribuzione ordinaria è determinato nella seguente misura:

Specialisti ambulatoriali:

24% dei compensi assoggettati a contribuzione E.N.P.A.M., di cui:

  • il 14,19% a carico degli Istituti del Servizio Sanitario Nazionale;
  • 9,81% a carico del medico.

Medicina dei Servizi:

24,50% dei compensi assoggettati a contribuzione E.N.P.A.M. di cui:

  • il 14,16 a carico degli Istituti del servizio Sanitario Nazionale;
  • il 10,34% a carico del medico.

Dall’1.1.2015 l’aliquota contributiva è determinata dall’Enpam nella misura minima indicata nella Tabella C, allegata al Regolamento del Fondo.

Per il 2019  il contributo è pari alle seguenti percentuali:

Specialisti ambulatoriali:

29% dei compensi assoggettati a contribuzione E.N.P.A.M., di cui:

  • il 14,19% a carico degli Istituti del Servizio Sanitario Nazionale;
  • il 14,81% a carico del medico

Medicina dei Servizi:

29,50% dei compensi assoggettati a contribuzione E.N.P.A.M., di cui:

  • il 14,16% del contributo è a carico degli istituti del Servizio sanitario Nazionale;
  • l’15,34% a carico del medico

Modalità di versamento

Versamento diretto all’E.N.P.A.M. dell’intero contributo da parte degli Istituti del Servizio Sanitario Nazionale (o altri Istituti).

Note

Con decorrenza dal 1° gennaio 2007, per i professionisti transitati a rapporto d’impiego che hanno optato per il mantenimento della posizione assicurativa presso l’E.N.P.A.M., il contributo (come incrementato dalla Legge Finanziaria) è pari al 32,65%, di cui l’8,85% a carico del medico ed il 23,80 a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Tale aliquota è aumentata dell’1% (a carico del medico) per la quota imponibile eccedente, per l’anno 2019, € 47.143,00.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »