Regolamento del Fondo della Medicina Convenzionata e Accreditata

ART. 54
(Disciplina generale)

1. All’iscritto che divenga temporaneamente e totalmente inabile all’esercizio dell’attività professionale e sospenda l’attività, compete una indennità giornaliera erogabile solo per periodi di inabilità precedenti il compimento del 70° anno di età.

2. La misura della indennità giornaliera, le modalità di erogazione, la decorrenza e la durata dell’erogazione medesima sono stabilite dal Consiglio di Amministrazione dell’ENPAM su conforme parere dei Comitati Consultivi, di cui all’art. 21 dello Statuto della Fondazione.

3. L’ENPAM provvede ad accertare in qualsiasi momento e nei modi che ritiene più convenienti l’esistenza dello stato di inabilità totale temporanea.

4. In caso di decesso dell’iscritto, intervenuto dopo la presentazione della domanda di prestazioni per inabilità temporanea, l’indennità maturata e non riscossa dal sanitario compete al coniuge superstite o, in mancanza, ai figli. In assenza dei soggetti sopra indicati la prestazione è devoluta a favore degli eredi secondo le norme vigenti in materia di successione.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »