Regolamento del Fondo della Medicina Convenzionata e Accreditata

ART. 17
(Modalità di calcolo del contributo di riscatto)

1. Per gli iscritti alle gestioni previdenziali dei medici di medicina generale e degli specialisti ambulatoriali, il riscatto dei periodi di cui all’art. 9, comma 1, è effettuato mediante versamento di un contributo di importo pari alla riserva matematica – determinata sulla base dei contributi obbligatori – necessaria per la copertura assicurativa del periodo da riscattare.2. Le pensioni erogate dal Fondo sono cumulabili con tutte le prestazioni erogate dalle gestioni dell’ENPAM, e con tutte le altre prestazioni previdenziali ed assicurative di cui gli iscritti eventualmente beneficiano o beneficeranno. Per tali ultime prestazioni restano ferme le condizioni di cumulabilità previste dalla normativa vigente.

2. La riserva matematica di cui al precedente comma si calcola moltiplicando il valore della maggior quota di pensione conseguibile con il riscatto per il coefficiente di capitalizzazione indicato nelle Tabelle redatte ai sensi dell’art. 2 della Legge 5 marzo 1990, n. 45, e relativo al sesso, all’età ed all’anzianità contributiva, comprensiva dei periodi dei quali si richiede il riscatto, dell’iscritto alla data della presentazione della domanda.

3. Per il riscatto di allineamento contributivo di cui all’art. 9, comma 1, lett. h), nella determinazione del coefficiente di capitalizzazione da utilizzare per il conteggio di cui al precedente comma, si tiene conto esclusivamente dell’anzianità contributiva effettiva, con esclusione di quella ricongiunta, maturata dall’iscritto alla data della presentazione della domanda. In ogni caso, l’importo della riserva matematica non può essere inferiore alla somma dei contributi aggiuntivi da imputare agli anni oggetto dell’allineamento.

Torna all'indice | « Pagina precedente Pagina successiva »