Ricongiunzione specializzandi, Oliveti: no a spezzoni contributivi

DSC_7042

“Piuttosto che niente, meglio piuttosto”. Con queste parole il presidente dell’Enpam e dell’Adepp, Alberto Oliveti, ha commentato le  dichiarazioni di Filippo Taddei,  responsabile economico del Pd, che ieri alla Giornata nazionale  della previdenza a Napoli ha annunciato l’intenzione di rendere  ricongiungibili presso le Casse private i contributi versati alla Gestione separata dell’Istituto pubblico.

“Continuo a pensare – ha detto Oliveti – che vada rispettato il volere del Legislatore di non creare spezzoni contributivi. La destinazione di quelli dei  medici non dipendenti è e resta l’Enpam, mentre ricordo che la Gestione separata dell’Inps è nata per  i lavoratori ‘senza casa’ previdenziale”.

“L’apertura alla ricongiunzione dei  contributi della Gestione separata dell’Inps è comunque molto importante – ha detto ancora Oliveti – . Questo passo consentirà a migliaia di professionisti di  recuperare contributi che, altrimenti, rischierebbero di  perdere. A  beneficiarne saranno, in particolare, i medici  specializzandi e specializzati, che durante gli anni di  formazione post laurea sono obbligati a versare contributi  all’Inps sulle loro borse di studio, anche se – come detto – hanno  già un loro Ente previdenziale di categoria”.

 

 

ANSA, mercoledì 11 maggio 2016, 17:29:30

Pensioni: Taddei (Pd), dare ‘dignità’ a Gestione separata  ‘Favorire ricongiungimento contributi, è passo verso equità’
(ANSA) – NAPOLI, 11 MAG – “Dobbiamo lavorare il più velocemente possibile per fare in modo che tutti i contributi  che finiscono alla Gestione separata abbiano dignità, e  contribuiscano al monte contributivo dei lavoratori italiani”. A  dirlo all’ANSA il responsabile economico del Pd, Filippo Taddei,  partecipando alla Giornata della previdenza, a Napoli. “Ad oggi,  c’è un vincolo temporale” dei versamenti, ossia “valgono solo  nella misura in cui il lavoratore ha contribuito per un numero  sufficiente di anni”, ma occorre “favorire il ricongiungimento  fra i contributi della Gestione separata e quelli alle Casse  private, o ad altre gestioni Inps”. Per Taddei è “un passo verso  l’equità e la civiltà”. (ANSA).

ANSA, mercoledì 11 maggio 2016, 17:43:49

Pensioni: Taddei (Pd), dare ‘dignità’ a Gestione separata
(ANSA) – NAPOLI, 11 MAG – Intervenendo al dibattito promosso  dall’Adepp (Associazione degli Enti previdenziali privati), a  Napoli, Taddei aveva affrontato il tema, affermando: “Mi  riferisco ai giovani medici, ma vale anche per molti altri: Gestione separata e previdenza privata. Penso che da un punto di  vista di finanza pubblica sarebbe piuttosto complicato chiedere,  penso al caso dei medici specializzandi, che i loro contributi  sociali finiscano altrove, che non nella gestione separata”.

Però, ha aggiunto, “possiamo fare almeno un’operazione di civiltà cui tengo particolarmente. Lo so, perché ho contribuito  alla Gestione separata di questo Paese per parecchi anni, ma la  considero un’operazione di civiltà e di equità tra generazioni:  fare, perlomeno, in modo che i contributi di Gestione separata  possano essere almeno uniti, ricongiunti a quelli che sono i  contributi ad altre casse”.

“Ieri – ha proseguito – mentre  discutevamo del Disegno di legge sul lavoro autonomo e sulla sua  carenza previdenziale, abbiamo discusso di come fare in modo che  chi ha contribuito alla Gestione separata”, veda i contributi  “trattati come parte del monte contributivo anche per carriere  discontinue, cioè anche per piccole contribuzioni che poi  coinvolgono in molti casi gli specializzandi medici, ma anche  tanti altri collaboratori autonomi che, prima di entrare nella  loro professioni, magari hanno fatto altro tipo di percorsi, più flessibili e diversi rispetto al passato”. Secondo Taddei è “una  trasformazione gigantesca, storica, profonda e strutturale. Noi – ha chiuso rivolgendosi ai presidenti delle Casse e al  presidente dell’Adepp, Alberto Oliveti – non abbiamo l’ambizione  di farlo da soli ma abbiamo l’ambizione, anzi l’obbligo, di  farlo insieme a voi”.

data pubblicazione : 12/05/2016