Payabck sottrae risorse alla salute

Il payback sulla spesa farmaceutica ospedaliera – ossia il rimborso da parte delle aziende del settore della metà dello sforamento del tetto di spesa pubblica stabilito annualmente – non funziona, sono tutti d’accordo. È questa l’analisi che emerge dal Rapporto dell’Istituto per la Competitività ICom: “Payback strikes back? Quali tasselli per completare il puzzle della nuova governance farmaceutica”, presentato il 6 luglio a Roma dal presidente del think tank europeo, Stefano da Empoli e da Davide Integlia, direttore area innovazione I-Com.

Il report

Il sistema continua a produrre impatti negativi sulla competitività dell’Italia rispetto al comparto dell’industria farmaceutica, incidendo su quest’ultima sia in termini di peso economico-finanziario, sia per la poca chiarezza metodologica e di applicazione che lo caratterizzano. Il rischio? Che le multinazionali (già stanche di tutte queste difficoltà) se ne vadano e delocalizzino in paesi che offrono occasioni maggiormente remunerative.

Integlia ha dichiarato che il Payback “è uno strumento distorsivo del mercato ma anche una tassa occulta, visto che arriva a costituire il 62 per cento degli oneri contributivi di un’azienda in un anno”. Dal Rapporto infatti emerge come in confronto al totale degli oneri fiscali e contributivi a carico delle aziende negli anni 2013 – 2015, il payback può arrivare a incidere sui conti aziendali per oltre la metà di questi ultimi.

Che al settore serva un nuova governance e che si debbano trovare soluzioni alternative lo pensa con convinzione anche il direttore generale dell’Aifa Mario Melazzini. A conclusione dei lavori il dg ha detto di essere stupito dal fatto che il problema del payback (che di fatto esiste dal 2013) non sia stato affrontato prima e si sia trascinato fino a oggi. “Mi auguro in questo mio incarico pro tempore – ha detto Melazzini – di poter mettere la parola fine al payback e di iniziare con uno strumento nuovo di governance”, ha concluso.

Maria Chiara Furlo

@FondazioneEnpam

data pubblicazione : 14/07/2017