Ordine di Roma parte civile contro Panzironi


L’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Roma prenderà parte al processo contro il ‘guru delle diete’ Adriano Panzironi, che mesi fa aveva denunciato per esercizio abusivo della professione medica.

“L’avvio di un procedimento davanti al tribunale ha un significato molto importante e costituisce un freno alle attività che non hanno attinenza con la disciplina medica”, è il commento soddisfatto di Antonio Magi, presidente dell’Omceo di Roma, che parla di un risultato significativo per tutta la categoria.

“Siamo dovuti intervenire nei confronti di chi, mettendo a rischio la salute dei cittadini, dispensava informazioni e consigli di competenza medica, promettendo benefici per molte patologie, ma senza avere alcuna abilitazione. È certo – assicura Magi – che ci costituiremo parte civile al processo”.

A finire sotto la lente della Procura di Roma non sono tanto gli integratori commercializzati da ‘Life 120’ e pubblicizzati attraverso le emittenti locali, ma il fatto che Panzironi ne consigliasse l’assunzione.

Già sanzionato da Antitrust e Autorità di garanzia per le comunicazioni, oltre ad essere stato sospeso dall’Ordine dei giornalisti, il ‘guru’ dovrà spiegare al giudice monocratico a quale titolo dispensasse consigli su dieta e stile di vita, oltre a proporre sostanze che producono effetti sull’organismo umano, di potenziale nocività per la salute se assunti senza controllo medico.

Assieme ad Adriano Panzironi il pubblico ministero Francesco Marinaro ha citato a giudizio anche il fratello Roberto, amministratore delle società che la Procura capitolina considera riconducibili al progetto di prescrivere e somministrare diete e modelli nutrizionali e a divulgare pubblicazioni pseudoscientifiche di supporto.

Il primo atto davanti al tribunale è previsto per marzo.

data pubblicazione : 06/11/2019