Lettere al Presidente: contributi “liberi” per aumentare la pensione

Ho in corso il riscatto degli 8 anni di laurea e specializzazione. Se decidessi di andare in pensione anticipata, da quando potrei farlo?

Sono un’odontoiatra di 47 anni. Ho sempre fatto la libera professione.Potrei eventualmente versare dei “contributi liberi” della Quota B per evitare una drastica riduzione della pensione?

Ho fatto domanda di allineamento quali vantaggi potrei averne?Ho anche insegnato nella scuola pubblica in concomitanza con la libera professione, ne ricaverò vantaggi sulla pensione?

Lettera, firmata (Treviso)

 

Gentile collega,

con il riscatto degli anni di studio incrementi sia l’anzianità contributiva sulla Quota B sia la futura rendita pensionistica. Non puoi versare contributi liberi, tuttavia per aumentare l’importo della pensione è anche possibile fare il riscatto di allineamento. È uno strumento che consente di rendere omogenea la propria posizione allineandola ai contributi di importo maggiore, versati nei periodi in cui si è lavorato di più e quindi il guadagno è stato più alto. È un tipo di riscatto che a fronte di un investimento che può essere anche importante consente un incremento sostanziale sull’importo della pensione ma non influisce sull’anzianità contributiva come invece il riscatto di laurea.

È anche possibile decidere di quanto si vuole incrementare la rendita e sulla base di questo scegliere l’allineamento più congeniale una volta che è arrivata la proposta dagli uffici. In altre parole non è necessario pagare la cifra massima consentita ma ci si può fermare alla soglia che si decide.
Per il periodo che hai lavorato come insegnante puoi valutare il cumulo gratuito o la ricongiunzione, cioè il trasferimento dei contributi sulla Quota A (poiché la ricongiunzione non è prevista sulla Quota B).

Per quanto riguarda la pensione, l’età è 68 anni, ma si può anche andare in pensione anticipata a 62 anni con 35 anni di contributi oppure a qualsiasi età avendo 42 anni di anzianità contributiva.

Sulla pensione anticipata verrebbero applicati i coefficienti di adeguamento all’aspettativa di vita, anche se si uscisse con 42 anni di anzianità contributiva. Va infatti tenuto presente che la pensione maturata dovrebbe essere distribuita per un periodo più lungo di quanto sarebbe nel caso ci si pensionasse a 68 anni.

Per sapere se avrai i requisiti per la pensione anticipata sulla Quota B puoi parlare con i funzionari Enpam in occasione degli eventi e dei convegni organizzati dagli Ordini o dai sindacati di categoria. Potresti anche chiamare il tuo Ordine e prenotare una sessione di videoconsulenza con i funzionari dell’Enpam.

 


Alberto Oliveti
Presidente Fondazione Enpam

data pubblicazione : 04/12/2019