Lecce, in piazza per ridurre le distanze

Un salto in piazza prima della partita con la Juventus per un aperitivo, una passeggiata, due chiacchiere e… un elettrocardiogramma.

È iniziato così a Lecce il fine settimana all’insegna di salute e sport, organizzato dall’Ordine dei medici nell’ambito del progetto dell’Enpam che promuove occasioni di prevenzione e diffonde l’importanza dei corretti stili di vita.

La cornice barocca di Piazza Sant’Oronzo si è trasformata in Piazza della Salute, dove hanno trovato spazio ambulatori medici all’interno di gazebo della Croce Rossa.

Quasi un centinaio di persone hanno approfittato della disponibilità dei medici di medicina generale e dei cardiologi per fare screening gratuiti e valutare il rischio di sviluppare patologie metaboliche.
Ma non solo.

C’è stato anche chi ha chiesto ai medici in piazza consigli per la salute dei propri cari, come una coppia di genitori preoccupati per una sospetta reazione allergica della bimba.

“Il patto terapeutico medico-paziente si basa sul rapporto con il cittadino, noi siamo in piazza per riallacciarlo – ha detto il presidente dell’Ordine, Donato De Giorgi -.Anche in questo sta il compito istituzionale dell’Ordine dei medici”.

“Lontani dagli ambulatori, dove le scrivanie creano a volte una separazione tra medico e paziente, rendiamo possibili incontri informali con i cittadini” ha detto Luigi Peccarisi, vicepresidente dell’Ordine.

Guidati dall’ortopedico Nicola Ciannamea, il gruppo di camminatori dell’associazione “Walking life” ha dato il via alla manifestazione con una camminata veloce lungo le vie cittadine.

“Qualsiasi attività fisica costante e graduale – ha detto Ciannamea – contribuisce al benessere a tutte le età, riuscendo a tenere sotto controllo anche patologie metaboliche croniche”.

Il valore di eventi come questi è stato sottolineato anche dal cardiologo Michele Accogli, consigliere dell’Ordine che ne riconosce l’importanza in una strategia finalizzata al vivere sano.

“Gli eventi che portano alla diffusione della cultura del vivere sano – ha detto Michele Accogli, consigliere dell’Ordine –  sono estremamente importanti. L’aspetto noto è che la correzione dei fattori di rischio cardiovascolare determina una decisa riduzione degli accidenti cerebro cardiovascolari. È importante, quindi, insegnare ai cittadini a essere sempre più attenti ai corretti stili di vita”.

Laura Petri

 

I VIDEO DELLA GIORNATA

ASC Attività Sportiva Confederate

Intervista al Presidente dell’Ordine dei medici di Lecce De Giorgi e al consigliere Accogli

Intervista al vicepresidente dell’Ordine dei medici di Lecce Peccarisi e il consigliere Ciannamea

data pubblicazione : 30/10/2019