I libri della settimana – newsletter n. 37 -2019

LA CURA DEL FREDDO. COME UNO SPIETATO KILLER NATURALE PUÒ DIVENTARE UNA RISORSA PER IL FUTURO di Matteo Cerri

Nel corso dell’evoluzione l’uomo ha sempre combattuto contro il freddo.

Un nemico implacabile che lo ha falcidiato sui campi di battaglia, durante le esplorazioni o nel tentativo di conquistare le montagne. E pur tuttavia una risorsa fondamentale per la sopravvivenza grazie al potere di conservare.

In Medicina l’ipotermia veniva usata già dal secolo scorso in molte situazioni cliniche e consente interventi chirurgici prima impensabili.

Non solo: in futuro l’ibernazione si candida a essere una tecnologia decisiva nell’ambito dei viaggi spaziali e della colonizzazione umana del sistema solare.

Se domato, dunque, il freddo ha il potere di proteggerci. E forse di fermare il tempo.

È quanto viene documentato da Matteo Cerri – medico e ricercatore operativo nel dipartimento di Scienze biomediche e neuromotorie dell’Università di Bologna, nonché membro del Topical Team Hibernation della European Space Agency – in questo saggio denso di informazioni che scorre avvincente come un romanzo.  

Giulio Einaudi Editore, Torino, 2019, pp. 176, euro 13,00

 

IL CONCETTO DI DIPENDENZA IN PSICHIATRIA. UN RAFFRONTO DI TEORIE SULLA DIPENDENZA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI SALUTE MENTALE di Tommaso Bonavigo, Elisabetta Pascolo-Fabrici

Questo volume è dedicato al fenomeno complesso che nel linguaggio convenzionale di chi lavora nei servizi di salute mentale è chiamato la “dipendenza dell’utente”.

La lettura che si fa in genere di questa condizione risulta spesso appiattita sulle sue forme più negative e distruttive nelle quali il soggetto perde libertà, reti di relazione, abilità nella cura di sé e nell’esercizio di ruoli socialmente riconosciuti.

Ma c’è un altro aspetto – positivo – della dipendenza, che gli Autori, entrambi psichiatri, intendono sottolineare: la possibilità di offrire ai pazienti supporti terapeutici più costanti, habitat più gradevoli o sicuri, ascolto e contatto con gli altri, in un percorso soggettivo di recovery.

Prefazione di Luciano Carrino, psichiatra, vice presidente del Comitato di aiuto allo sviluppo per la lotta contro la povertà (Dac) dell’Ocse.

Eut – Edizioni Università di Trieste, Trieste,  2019, pp. 98, euro 10,00

data pubblicazione : 23/10/2019