Enpam cerca online i gestori dei propri investimenti

La Fondazione Enpam ha predisposto un canale ufficiale online per permettere agli operatori di presentare le proprie proposte di investimento sul mercato dei fondi Oicr finanziari o immobiliari. Secondo stime orientative il segmento degli Oicr nel prossimo triennio potrebbe potenzialmente attrarre 1 miliardo di euro di nuovi impieghi da parte dell’ente previdenziale dei medici e dei dentisti.

L’iniziativa porterà alla creazione di un bacino di opportunità che verranno analizzate dagli organi di valutazione della Fondazione per selezionare prossimi investimenti in Oicr chiusi, aperti, alternativi (Fia), italiani o esteri.

“Abbiamo scelto un sistema di procedure tracciabili e di massima trasparenza nei confronti del mercato, perché crediamo che sia questa la via maestra per gestire i contributi dei nostri iscritti – spiega il presidente di Enpam, Alberto Oliveti -. Da un lato ci aiuterà ad ampliare la conoscenza delle opportunità disponibili. Dall’altro stiamo mettendo a disposizione degli operatori un portale di ingresso pubblico e riconosciuto per illustrare prodotti di investimento potenzialmente interessanti per noi, incentivando la competizione su qualità e costi commissionali”.

Al termine dello scorso anno l’Ente previdenziale dei medici e degli odontoiatri, il cui patrimonio a valore di mercato supera attualmente i 20 miliardi di euro, aveva investiti in Oicr circa 6,8 miliardi di euro. Enpam ha approvato pochi giorni fa il bilancio previsionale 2018, in cui sono previsti oltre 980 milioni di euro di nuovi investimenti complessivi.

Alle società di gestione è richiesto che la strategia dei fondi sottoposti all’attenzione di Enpam sia coerente con l’asset allocation strategica, in modo che i prodotti non contengano strumenti (come per esempio titoli derivati) in cui Enpam non intende investire.

Il percorso prevede la compilazione di una scheda con le principali informazioni finanziarie e il confronto tra l’andamento storico dei fondi e quello dei riferimenti usati come benchmark, per valutarne il track record.

Tutti i dettagli sull’iniziativa sono disponibili all’interno del sito Internet della Fondazione alla sezione Patrimonio > Ricerca di Mercato OICR.

data pubblicazione : 05/12/2017