Al via il campionato del mondo

















Medici e odontoiatri con la passione per lo sci. Uomini e donne che gareggiano per il miglior tempo. Ma in caso di incidente la gara diventa quella a prestare soccorso

Dal 12 al 15 marzo a Seefeld, in Austria, si svolgeranno i campionati del mondo di sci per i medici. La Squadra italiana dei medici sciatori (Sims) prenderà parte alla competizione ed è tra le formazioni da battere: dal 2007,infatti, ha conquistato per ben tre volte il podio più alto, mentre lo scorso anno si è classificata terza. “In casa degli austriaci – dice Luigi Bertinato, presidente Sims – non è facile vincere, ma ci proveremo”.

Luigi Bertinato ha un lungo passato da sciatore e il suo nome è legato alla squadra che raggruppa i camici bianchi con la passione per questo sport: sale infatti sugli sci a sette anni e da sette anni presiede la squadra dei medici sciatori. “Sci e medicina – dice – sono rispettivamente lo sport e la professione più belli”. Data la lunga militanza, Bertinato è una fucina di storie: “Nel ’95 – racconta – noi medici sciatori siamo saliti sull’aereo per Catania con sci e scarponi: non avevamo sbagliato il volo, stavamo andando sull’Etna per partecipare ai campionati italiani per medici organizzati dal genetista Salvatore Gallone di Catania. La mattina si sciava e la sera si andava a mangiare il pesce”. Non tutti i racconti, però, fanno sorridere: “Nelle gare organizzate per i medici gli incidenti non sono frequenti, ma possono capitare. Ricordo una gara del campionato italiano dove un collega altoatesino si è scontrato con un guardiaporta e di quando un medico ha inforcato la bandierina procurandosi un danno al ginocchio. In queste circostanze i medici sciatori si spogliano dell’abito dello sportivo e intervengono in qualità di dottore: la salute degli atleti viene prima di tutto”. Una volta concluse le gare, poi, la Sims cerca sempre di unire l’utile al dilettevole: “Al termine di ogni campionato italiano – dice Bertinato – organizziamo un congresso medico: lo scorso anno lo ha tenuto il dottor Alberto Agueci, primario di ortopedia a Conegliano, che ha parlato di incidenti sugli sci in relazione alle moderne attrezzature che oggi vengono impiegate”.

Non bastassero gare e formazione, per il presidente della Sims c’è da organizzare la squadra medici sciatori. “Il lavoro non manca, ma ho la fortuna di avere al fianco colleghi di indubbie qualità. Cito i vicepresidenti Giovanni Levizzani, medico del lavoro che è impegnato anche con le giovanili del Milan, e Maurizio Berlanda, chirurgo e maestro di sci. Giorgio Martini, dentista, è l’economo e Sandro Mattiolo, medico di famiglia, è il revisore dei conti”. Alla squadra medici sciatori ci si può iscrivere dall’ultimo anno di università in poi. “Si tenga presente – sottolinea Bertinato – che i nostri atleti più titolati sono ultraottantenni: Camillo Frank della Val di Non, 84 anni, dieci volte campione del mondo, e Mario Cristofolini, 81 anni, past president dei medici sciatori e sei volte campione del mondo”. Più giovani, poi, sono i tre campioni del mondo altoatesini: Walter Senoner, anestesista di Merano, Josef Gallmetzer, urologo di Bressanone, Paolo Coser (detto Piastrinik) ematologo di Bolzano e l’oculista di Genova Federico Solignani, classe 1981.

Per informazioni sulla squadra dei medici sciatori si può consultare il sito www.skisims.it o scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@skisims.it.

 

Medici e attori in campo per i bambini

Si è giocata presso lo stadio San Vito di Cosenza la partita di calcio tra l’ItalianAttori e il ‘Medici Cosenza calcio FC’. L’incontro ha fruttato circa 15mila euro da destinare alla costruzione del nuovo reparto di Oncoematologia pediatrica dell’Ospedale civile di Cosenza, progetto nel quale è da tempo impegnata l’associazione di volontariato ‘Gianmarco De Maria’.

Sul prato dello stadio San Vito, a dicembre, con la casacca degli attori, sono scesi in campo, tra gli altri, Sebastiano Somma, Enzo De Caro, Giorgio Borghetti, Fabrizio Nevola, il regista Marco Risi e il campione olimpico di taekwondo Giorgio Molfetta. I medici del Cosenza Calcio erano al completo e capitanati da Antonio Caputo, oncologo e presidente della squadra. Per la cronaca gli attori hanno battuto i medici per 3 a 2.

(Carlo Ciocci)

 

 

Tratto da:




Il Giornale della Previdenza dei Medici e degli Odontoiatri n. 1/2014

Il Giornale della Previdenza dei Medici e degli Odontoiatri n. 1/2014


data pubblicazione : 05/02/2014