5mila euro per l’università

I figli degli iscritti Enpam possono ottenere una borsa di studio per uno dei 49 collegi di merito sparsi per l’Italia

C’è chi ha sfruttato l’opportunità per andare a studiare odontoiatria a Milano, chi medicina a Pavia.

Ma anche biotecnologie a Torino, filosofia a Roma o il Dams a Bologna.

Sono alcuni dei figli di medici e dentisti che l’anno scorso hanno ottenuto dall’Enpam fino a 5mila euro di borsa di studio per contribuire a pagare la retta di uno dei collegi universitari di merito sparsi per l’Italia.

Quest’anno il bando si rinnova e riguarda 49 strutture residenziali riconosciute dal Ministero dell’Università distribuite fra Bari, Bologna, Brescia, Catania, Genova, Milano, Modena, Napoli, Padova, Palermo, Pavia, Roma, Trieste, Torino e Verona.

Per beneficiare della borsa occorre per prima cosa avere un curriculum di studi eccellente e superare la prova di ammissione a uno dei collegi.

L’elenco è disponibile online alla pagina www.enpam.it/collegidimerito

Queste strutture sono destinate ad ospitare studenti che frequentano un’università statale o non statale.

Nei collegi gli ospiti non trovano solo vitto e alloggio ma anche un tutorato altamente qualificato che li accompagna durante tutto il percorso universitario.

Inoltre ogni convitto sviluppa un programma extracurricolare specifico per favorire l’acquisizione di più competenze e valorizzare quindi particolari meriti e abilità.

REQUISITI
Per poter ottenere la borsa Enpam, il nucleo familiare deve avere un reddito medio annuo al di sotto di 60mila euro lordi, aumentati di circa 6.700 euro per ogni familiare in più oltre al richiedente.

Se in famiglia ci sono degli invalidi i limiti di reddito sono più favorevoli.

Una volta ottenuta, la borsa Enpam verrà confermata ogni anno, per l’intero ciclo di studi se verranno confermati i criteri di ammissione.

FARE DOMANDA
Il bando Enpam si è aperto il primo luglio a mezzogiorno e si potrà infatti fare domanda fino alle ore 12 del 30 settembre 2019.

A fare la richiesta dovrà essere il medico o l’odontoiatra iscritto Enpam (attivo o pensionato in regola con i contributi), mentre il figlio, ovvero lo studente beneficiario, non dovrà avere più di 26 anni d’età.

La domanda dovrà essere presentata insieme a tutti i documenti richiesti dal Bando direttamente dall’area riservata del sito www.enpam.it.

PRIORITÀ
Se arriveranno più domande rispetto alle risorse disponibili verrà data priorità a chi si iscrive ai corsi di laurea in medicina e in odontoiatria.

L’obiettivo della Fondazione è infatti quello di incentivare il ricambio generazionale e di favorire i giovani che decidono di intraprendere la professione del medico o del dentista.

In seconda battuta verrà seguito l’ordine di reddito.

Gd

 

Come fare per:
Collegi di merito

 

 

Share

Recent Posts

Convegno “Attualità in tema di vaccinazioni”

Cremona - Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri Cremona – Fnomceo - via Palestro 66, ore 8,30 - 13,30 -…

2 anni ago

Enpam lancia il “Portafoglio strategico Italia”

La Fondazione investe su azioni e obbligazioni delle principali aziende del Paese. Dopo la partecipazione in Enel, già acquistato lo…

2 anni ago

La bioingegneria per il futuro dell’invecchiamento

Qualità altissima della ricerca e difficoltà a tradurre i risultati più importanti in prodotti accessibili a tutti e utili a…

2 anni ago

SANITA’: GIALLO SU PEDIATRA ARRESTATO, ORDINE MEDICI MILANO SCRIVE A PROCURA = ROSSI, PER ORA NESSUNA NOTIFICA E NEMMENO NEL 2006, ‘BUCO’ DI COMUNICAZIONE

Milano, 27 mag. (Adnkronos Salute) - Per l'Ordine dei medici di Milano è ancora un 'giallo' il caso di M.L.,…

3 anni ago

Riscatto, totalizzazione, cumulo: per una pensione più rapida

Come i medici dipendenti pubblici (ospedalieri e transitati alle dipendenze che non hanno esercitato l'opzione Enpam) possono raggiungere i requisiti…

4 anni ago

Un divieto di cumulo residuo

Una comunicazione Inps chiarisce i termini validi per i medici dipendenti pubblici (ospedalieri e transitati alle dipendenze che non hanno…

4 anni ago