Modello D, medici e odontoiatri dipendenti pubblici

I medici e gli odontoiatri dipendenti pubblici devono ricordarsi di dichiarare all’Enpam i redditi percepiti per l’attività intramoenia o equiparata.

Sostanzialmente, vanno dichiarati all’Enpam i redditi indicati nel punto 4 della Cu. L ’Enpam raccomanda comunque di consultare il proprio commercialista.

 

Quali sono i redditi da dichiarare

Come ricavare il reddito imponibile

Scelta dell’aliquota contributiva

È obbligatorio compilare il Modello D?

 

Quali sono i redditi da dichiarare

Vanno dichiarati i redditi che derivano dall’attività medica e odontoiatrica, svolta in qualunque forma, o da attività comunque attribuita per la particolare competenza professionale, indipendentemente da come vengono qualificati dal punto di vista fiscale. Ad esempio:

  • i redditi percepiti per l’attività intramoenia e per le attività libero professionali equiparate alle prestazioni intramurarie (es. intramoenia allargata, prestazioni per ridurre le liste di attesa, prestazioni aggiuntive in carenza di organico ecc.) Per chiarire quali siano i redditi soggetti alla contribuzione Inps (ex Inpdap) e quali invece rientrino nella sfera Enpam, i due Enti nel 2012 hanno emanato una circolare condivisa;
  • i redditi da lavoro autonomo prodotti nell’esercizio della professione medica e odontoiatrica in forma individuale e associata;
  • i redditi che derivano da collaborazioni o contratti a progetto, se sono connessi con la competenza professionale medica/odontoiatrica;
  • i redditi di lavoro autonomo occasionale se con nessi con la competenza professionale medica/odontoiatrica (come partecipazione a congressi scientifici, attività di ricerca in campo sanitario);
  • i redditi percepiti per incarichi di amministratore di società o enti la cui attività sia connessa alle mansioni tipiche della professione medica e odontoiatrica;
  • gli utili che derivano da associazioni in partecipazione, quando l’apporto è costituito esclusivamente dalla prestazione professionale.

 

[torna in alto]

 

 

Come ricavare il reddito imponibile

Deve essere dichiarato l’importo del reddito, che risulta dalla dichiarazione ai fini fiscali, al netto soltanto delle spese sostenute per produrlo. Per determinare il reddito imponibile non devono essere prese in considerazione né le agevolazioni né gli adeguamenti ai fini fiscali.

 

[torna in alto]

 

 

Scelta dell’aliquota contributiva

È possibile scegliere di versare il contributo proporzionale nella misura ridotta del 2 per cento invece che nella misura piena del 13,50 per cento. Nel modello D è previsto un campo per fare questa scelta.

Attenzione: se il modello D viene inviato dopo il 31 luglio, la scelta dell’aliquota del 2 per cento sarà valida solo a partire dal prossimo anno (per il reddito del 2015, su cui si pagheranno i contributi nel 2016) mentre il contributo relativo ai redditi prodotti nel 2014 sarà calcolato in misura intera.

Gli iscritti, che già versano l’aliquota ridotta, possono invece decidere di passare all’aliquota piena (in questo caso la scelta è irreversibile).

 

[torna in alto]

 

 

È obbligatorio compilare il Modello D?

Non necessariamente. I medici e gli odontoiatri in attività non sono obbligati a compilare il Modello D se il reddito professionale, al netto delle spese sostenute per produrlo, nel 2014 è stato pari o inferiore a una certa soglia. Questo limite è chiaramente indicato nella lettera personalizzata che l’Enpam ha inviato a casa di ogni iscritto o, se registrato all’area riservata del sito, nell’email inviata nello stesso periodo.

 

[torna in alto]