Gravidanza a rischio

Nel caso di una gravidanza a rischio le iscritte hanno diritto a un sostegno economico per un periodo massimo di sei mesi. Per i mesi successivi le dottoresse sono infatti coperte dall’indennità di maternità.

 

Requisiti

Decorrenza

Importo

Moduli

Contatti

Riferimenti normativi

 

Requisiti

Hanno diritto all’indennità le dottoresse che:

  • hanno sospeso tutte le attività lavorative per una gravidanza a rischio;
  • non lavorano (e in ogni caso non possono svolgere alcun tipo di attività a causa di una gravidanza a rischio);
  • frequentano corsi di formazione specialistica o sono titolari di borsa di studio e, per i periodi non retribuiti, hanno dovuto sospendere qualsiasi attività lavorativa;
  • non hanno diritto a un trattamento economico per gravidanza a rischio da altre gestioni previdenziali obbligatorie;
  • non sono tutelate da altre indennità economiche per malattia, per TBC o per disoccupazione.

[torna in alto]

 

 

Decorrenza

L’indennità decorre dal primo giorno in cui viene diagnosticata la gravidanza a rischio. Sono esclusi i periodi eventualmente già garantiti da copertura assicurativa per malattia (come per le dottoresse dell’assistenza primaria), o retribuiti dalle aziende sanitarie (come per esempio per le specialiste ambulatoriali) oppure coperti dalle prestazioni per inabilità temporanea dell’Enpam (come per le libere professioniste iscritte alla gestione Quota B dell’Enpam).

[torna in alto]

 

 

Importo

L’assegno è giornaliero e viene stabilito annualmente dal Consiglio di amministrazione.  Per conoscere l’importo aggiornato a quest’anno di veda qui.

[torna in alto]

 

 

Moduli

Gravidanza a rischio (libere professioniste)

Domanda di inabilità temporanea e gravidanza a rischio (medici di assistenza primaria, pediatri di libera scelta, continuità assistenziale ed emergenza territoriale)

Domanda di inabilità temporanea e gravidanza a rischio (medici di assistenza primaria, pediatri di libera scelta, continuità assistenziale ed emergenza territoriale)  (Attenzione: solo per gli eventi entro il 31 dicembre 2017)

Inabilità temporanea e gravidanza a rischio (specialisti ambulatoriali, medici della medicina dei servizi)

Inabilità temporanea e gravidanza a rischio (specialisti accreditati esterni)

 

[torna in alto]

 

 

Contatti

SAT – Servizio Accoglienza Telefonica
tel. 06 4829 4829 – fax 06 4829 4444 – email sat@enpam.it
(nei fax e nelle email indicare sempre i recapiti telefonici)
orari: dal lunedì al giovedì ore 9,00-13,00 e dalle 14.30 alle 17.00
venerdì ore 9,00-13,00

Per incontrare di persona i funzionari:
Ufficio accoglienza e relazioni con il pubblico
Piazza Vittorio Emanuele II, n. 78 – Roma
orari: lunedì – giovedì: 9,00-13,00; 14,30-17,00; venerdì: 9,00-13,00

Ordini provinciali dei medici e degli odontoiatri
Consultare l’elenco degli Ordini presenti sul territorio in questa sezione

[torna in alto]

 

Riferimenti normativi

Regolamento Enpam a tutela delle genitorialità

[torna in alto]