Per venire incontro ai liberi professionisti in difficoltà a causa della pandemia lo Stato in alcuni casi si farà carico del versamento dei contributi previdenziali.

La misura è stata stabilita con la legge di bilancio 2021, ma si attendono ancora i decreti attuativi che definiranno nel dettaglio i criteri e le modalità per poter essere esonerati dal pagamento.

Nel frattempo i medici e i dentisti che ritengono di avere i requisiti possono fare domanda di esonero compilando il modulo che è online nell’area riservata.

Chi non è iscritto all’area riservata si affretti a farlo per poter fare richiesta, le istruzioni sono qui.

I requisiti sono definiti dalla legge. Possono chiedere l’esonero gli iscritti che:

  • hanno percepito nel 2019 un reddito complessivo non superiore a 50.000 euro e nel 2020 hanno subito un calo del fatturato o dei corrispettivi pari o superiore al 33 per cento rispetto a quelli dell’anno 2019;

oppure

  • sono pensionati presso l’Enpam o un altro Ente di previdenza obbligatorio e sono stati assunti per l’emergenza Covid-19.

Chi fa domanda dovrà anche dichiarare di essere consapevole che dovrà versare all’Enpam i contributi previdenziali, se da verifiche fatte anche successivamente dalla Fondazione o da altri soggetti risultasse che non ha i requisiti per chiedere l’esonero.

Per fare richiesta di esonero contributivo:

  • entra nell’area riservata;
  • nella colonna di sinistra, alla voce Domande e dichiarazioni online, clicca su Esonero contributivo.